riso venere seppie e piselli

Una ricetta buonissima con il riso venere gamberi e piselli. Questa ricetta oltre essere facile si può gustare in due modi:

  • come pasta fredda per le giornate molto calde
  • come primo piatto caldo

Il riso venere è un alimento con notevoli proprietà nutrizionali, ha un alto contenuto di potenti antiossidanti, ricco di vitamine, di fibre vegetali ed è meno calorico in quanto più povero di zuccheri.

L’unica contro indicazione è che ci vuole molto tempo per cuocerlo. Prima di mosrtrati come ho risolto questo problema e cuocere il riso con soli 20 minuti, come un tradizionale risotto, ti elenco qui di seguito gli ingredienti di questa favolosa ricetta:

INGREDIENTI

250 gr di riso venere
200 gr di seppie
200 gr di gamberi
1 conf. di piselli
aglio
olio EVO
peperoncino
vino bianco
dado per brodo vegetale

PREPARAZIONE

In una padella antiaderente metti un goccio di olio extra vergine di oliva con uno spicchio d’aglio, aggiungi le seppioline lavate e tagliate e i gamberi.

Fai cuocere per circa 5 minuti poi aggiungi una spruzzata di vino bianco. Quando il vino si è asciugato aggiungi il riso più un bicchiere di brodo vegetale, che hai preparato precedentemente.

Fai cuocere lentamente per 20 minuti e mescola ogni tanto, se vedi che si asciuga troppo aggiungi un’altro po’ di brodo.

Aggiungi i piselli, il sale e un pizzico di peperencino (se ti piace un po’ piccante) e continua a cuocere per altri 20 minuti.

COME CUOCERE IL RISO VENERE IN 20 MINUTI

Il riso venere è un ottimo alimento sia dal punto di vista nutrizionale sia per il suo ottimo sapore, l’unico inconveniente è che richiede un tempo di cottura molto lungo.

La bella notizia è che ho risolto il problema con l’utilizzo della mia padella preferita (vedi foto sotto).

Con la sua base di metallo a 3 strati permette la distribuzione del calore uniforme e mantiene la temperatura, facendo risparmiare gas e tempo.

Infatti il mio riso venere lo cucino in soli 20 minuti 🙂  anziché 40/45 come di solito viene cotto.

Buonissimo!

 

Loading Facebook Comments ...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *